Poltrona Feltri Cassina
Ott 09, 2018

Arredi dal design contemporaneo

Arredi dal design contemporaneo: le novità dei più grandi brand italiani

Materiali ricercati, moderne reinterpretazioni di ciò che – nel passato – i grandi Maestri hanno disegnato: gli arredi dal design contemporaneo, in Italia, affondano le radici nella tradizione. Sedute e letti, soluzioni componibili, contenitori, complementi: ecco le nuove proposte che i grandi marchi del Made in Italy hanno messo in catalogo. Per un raffinato viaggio, fatto d’esperimenti (riusciti) e di omaggi a ciò che è stato.

Il divano componibile Softbench di Flou

Softbench - Flou

Coi suoi nuovi prodotti, Flou rifà il look a tutta la casa: in catalogo, straordinari letti matrimoniali (tra cui il Tadao di Vico Magistretti, prodotto in edizione annuale limitata e caratterizzato dall’impiego del legno primitivo), panche, pouf, lampadari, tavolini, sistemi componibili, guardaroba. Ma, soprattutto, il divano componibile Softbench, disegnato da Massimo Castagna. Un divano che è molto di più che una “semplice” seduta, e che introduce un concetto d’uso dinamico e multifunzionale per il sofà. Studiato per le esigenze del vivere moderno, Softbench si inserisce alla perfezione tra gli arredi di design contemporaneo, coi suoi 6 elementi base (due sedute, un bracciolo e tre schienali) da accostare in libertà, per infinite possibilità di sedute e una personalizzazione completa. Sono infatti mobili, gli schienali, mentre la profondità degli elementi permette una seduta bifacciale, ma anche la trasformazione del divano in un letto o in una chaise-longue.

Da Cassina, sedute che vengono dal passato

Feltri di Cassina

Non si può propriamente parlare di arredi dal design contemporaneo, ma le sedute che Cassina ha messo in catalogo – seppure progettate decenni fa – sono incredibilmente attuali. Fino ad oggi acquistabile solo su siti di modernariato e di collezionismo, Feltri di Gaetano Pesce (1987) ha una figura senza eguali, in equilibrio tra l’opera d’arte e l’oggetto funzionale. Tanti sono i tessuti con cui il materassino può essere rivestito, e 6 i nuovi colori della struttura. La struttura d’una poltrona unica, interamente realizzata in feltro di lana spessa e con uno schienale che – avvolgente e modellabile – incontra una parte inferiore rigida e resistente, grazie all’impiego della resina termoindurente. Ad unire sedile e struttura, legacci in canapa; a donare comfort, un materassino trapuntato abbinato all’ovatta di poliestere.

279 Beugel - Cassina

È di ancora più antica progettazione, invece, la sedia 279 Beugel. Disegnata nel 1927 da Gerrit Thomas Rietveld per il grande magazzino olandese Metz & Co, è un perfetto esempio della sua attitudine sperimentale. Ed è una sedia versatile e funzionale, che oggi Cassina è riuscita ad inserire in catalogo grazie alla collaborazione con gli eredi del Maestro. Cosa la caratterizza? L’unione tra tre diversi elementi: due strutture in acciaio identiche ai lati e – nel mezzo – una seduta in legno compensato verniciato, poi sostituita dal più robusto legno laminato. Per un omaggio al passato, d’incredibile modernità.

L’eleganza raffinata delle poltrone Flexform 

Sveva - Flexform

Sotto la direzione di Antonio Citterio, Flexform si conferma – ancora una volta – straordinaria portavoce dell’eleganza italiana. A testimoniarlo sono i nuovi prodotti inseriti in catalogo, a cominciare dalle poltrone. Leda (design Antonio Citterio), base in legno a richiamare la tradizione scandinava e raffinata razionalità, racconta il legame che negli anni l’azienda ha mantenuto con l’artigianalità; Sveva (design Carlo Colombo) ha un’elegante shilouette la cui scocca, in poliuretano rigido strutturale, è rivestita in cuoio e accoglie soffici cuscini imbottiti in piuma d’oca. La base girevole, in alluminio pressofuso, è stata pensata per rispondere alle esigenze del mondo contract. E per regalare alla poltrona un inconfondibile stile.

Il divano che ricorda un atollo di B&B Italia

Atoll - B&B Italia

 

Si chiama Atoll, e si ispira alle omonime formazioni coralline, il nuovo sistema di sedute componibili che Antonio Citterio ha disegnato per B&B Italia. Espressione ricercata di una forma estetica equilibrata e del carattere deciso proprio degli arredi dal design contemporaneo, si basa su tre piattaforme di base (190 e 240 cm con profondità 90, 130 cm con profondità 140) da completare poi con bracciolo e schienale, così da creare divani a pozzetto, dormeuse, terminali angolari ed elementi singoli come chaise-longue e pouf. È un progetto dinamico, Atoll, versatile e sempre nuovo. Un sistema di sedute a cui un cuscino a rullo in due dimensioni, impreziosito da cinghie in pelle, regala ancor più carattere. Perché è proprio questo, che gli arredi d’oggi hanno: personalità.

Il riposo (di classe) firmato Misuraemme

Cosy - Misuraemme

Per Misuraemme, Mauro Lipparini firma due letti che – al riposo – regalano un’eleganza senza tempo. Cosy, insieme semplice ed eclettico, nasconde la sua personalità nei dettagli sartoriali. E in una testata unica, divisa in due da una preziosa punzonatura. Le linee sono oblique, le geometrie dinamiche. Gli inserti in pelle scamosciata, a contrasto, animano la struttura morbida. E il letto diventa così protagonista di una zona notte finemente ricercata.

Ghiroletto - Misuraemme

 

Di tutt’altro concetto è invece Ghiroletto, il cui elemento distintivo è la boiserie. Che non è solo un elemento decorativo, ma una parte essenziale dell’arredo fatto di rivestimenti e di elementi luminosi integrati. Può essere laccato, in tessuto, in essenza: in ogni caso, è il sistema di pannelli che diventa così protagonista della stanza, e che trasforma una camera da letto in un’accogliente suite.

La leggerezza del marmo nel tavolo Alamo di Lema

Alamo - Lema

Può, il marmo, essere leggero? Il tavolo Alamo di David Lopez Quincoces per Lema sembrerebbe confermarlo. Carattere déco e spirito magnetico, regala ai codici decorativi tipici degli anni Quaranta un’inedita interpretazione minimale. Rigoroso e sofisticato, è leggero. D’una leggerezza incredibile. La struttura, in metallo verniciato bronzo patinato, sorregge un piano lieve dalla straordinaria finitura materica, un composito di resina, polvere di marmo pigmentata e scaglie di metalli nobili (bronzo, ottone) in tre versioni, ispirate ad altrettante pietre preziosi naturali: Blu Lapislazzuli, Verde Malachite, Nero Belgian Blue. L’effetto è incredibile.

You Might Also Like