Concorde-tavolo-Poliform
Gen 12, 2019

Il design italiano nell’arredamento

Il design italiano nell’arredamento: le aziende che hanno fatto la storia

Nel settore dell’arredamento l’Italia continua ad essere nazione leadership a livello mondiale. I numeri parlano da sé: secondo i dati di FederlegnoArredo, il Belpaese è sul podio dei migliori produttori di mobili, con le big dell’arredamento che crescono oltre la media.

La chiave del successo non è solo nel culto del design innovativo. La leadership del settore si consolida in una lunga tradizione che combina il gusto made in italy, famoso nel mondo, con le esigenze che impone la tecnologia. Non a caso, tra i marchi big nel campo dell’arredamento ci sono quelli con un lungo background. La curiosità sorge spontanea: quali sono i principali marchi italiani che hanno scritto la storia nel campo dell’arredamento e del design? Scopriamoli insieme.

Cassina è un’azienda lombarda che vanta quasi un secolo di storia. Fondata dai fratelli Cassina nel 1927, già negli anni ‘50 inizia ad arredare le grandi navi da crociera. Per il design dallo stile accattivante, in breve tempo raggiunge fama internazionale. Non è un caso che l’arredamento della sala di lettura, della sala da pranzo e della biblioteca del transatlantico “Andrea Doria” siano marchiati Cassina. Senza contare la sua collezione “I Maestri”, con i prodotti che hanno fatto la storia del design: l’LC4 di Le Corbusier, la 601 Robie 1, il Cicognino. Attualmente Cassina opera nel settore dell’arredamento contemporaneo, contando all’attivo tre “Compassi d’oro”, il prestigioso premio che valorizza la qualità del design italiano.

Di tre “Compassi d’oro” può vantarsi anche la Zanotta. L’azienda ha dettato legge nel settore tra gli anni ‘50 e ‘60, influenzando con la sua arte d’arredo il concetto di design. La Zanotta è celebre per l’utilizzo nelle sue collezioni d’arredo di numerosi materiali di varia natura. Alcuni pezzi storici del marchio sono esposti al MoMA, al Metropolitan Museum di New York, al centro Pompidou di Parigi fino al prestigioso Design Museum di Londra.

Divano Botero Zanotta

C’è poi la Poliform, con la sua dimensione internazionale e una mai perduta anima familiare. Nata nel 1970 come evoluzione di un’impresa artigiana datata 1942, attraverso l’impiego di nuove tecnologie produttive si è da subito imposta nel mercato dei sistemi modulari componibili. Fortemente legata a quella Brianza in cui ha sede (le sue unità produttive si inseriscono con delicatezza in aree in cui la natura è considerata un patrimonio e una ricchezza), ha un unicum: associare, in ogni sua collezione, il sapere artigiano con la genialità di un archistar. Da Rodolfo Dordoni a Jean-Marie Massaud, tantissimi sono i designer e gli architetti internazionali che con l’azienda hanno lavorato.

Ancor più antica è la storia di MisuraEmme, col primo stabilimento aperto nel 1902 da Giovanni Mascheroni. Il suo know-how è passato di generazione in generazione, fino ad arrivare a oggi, e ad una straordinaria unione tra tradizione e avanguardia. I prodotti di Misuraemme si distinguono per l’alto grado di personalizzazione, per la loro concezione one-on-one col cliente. E per il loro prender forma in una realtà relativamente ridotta, e caratterizzata dunque da un alto grado di elasticità e di sperimentazione.

ghiroletto-bed-misuraemme

Quattro aziende diverse, quattro orgogli del Made in Italy. Che, a distanza di decenni, continuano a tenere banco tra i top brand dell’arredamento mondiale.

You Might Also Like