Giu 15, 2019

Intervista con Officina della Casa 1946

Continua il nostro viaggio alla scoperta degli showroom di arredamento che fanno parte di Milano Good Design, il network d’impresa che riunisce i più esclusivi negozi di design del territorio milanese.

Oggi abbiamo il piacere di parlare con Valter Bellosi, carismatico leader di Officina della Casa 1946, showroom di arredamento Made in Italy a Cornate d’Adda.

Quando nasce Officina della Casa 1946?

Officina della Casa 1946 nasce negli Anni ’30 in un’antica falegnameria di Cornate d’Adda. L’azienda è stata fondato dal mio bisnonno, papà di mio nonno Sergio.  Nel corso degli anni la falegnameria si è evoluta e da piccola bottega di paese è diventata prima negozio e poi showroom. In questi decenni la strada percorsa è stata lunga, ma la passione che da sempre la mia famiglia ha messo nel lavoro e nell’azienda ci ha portato ad ottenere grandi successi.

Come è composta la vostra offerta di arredamento oggi?

Ci focalizziamo su un mercato di taglio medio alto. Siamo passati dalle realizzazioni di case a formule con case chiavi in mano, con una grande attenzione alla cura del dettaglio. Per le cucine proponiamo ErnestoMeda, abbiamo individuato in Lago un nuovo brand da introdurre in showroom. MisuraEmme, Flexform, Riflessi, Opinion Ciatti e Driade completano la nostra proposta.

Nel 2019 abbiamo introdotto nuovi brand, ma per saperne di più dovete venire a trovarci in negozio!

Secondo la tua esperienza e la tua conoscenza, come sono cambiati negli ultimi 10-20 anni lo stile delle case, la divisione degli spazi ed il gusto dei clienti? Ci sono oggetti che prima non si vendevano e adesso sì o viceversa?

Rispetto a 20 anni ora lavoriamo in spazi molto più ampi, con open-space che permettono una composizione moderna, sintetica e dettagliata. C’è poi molta voglia di personalizzazione. Il complemento riveste oggi un ruolo fondamentale perché la gente vuole sentirsi bene a casa propria.

E come è cambiato nel tempo il tuo lavoro di rivenditore e di interior designer?

È cambiato in maniera radicale e rispecchia la nostra crescita negli anni. Prima si vendevano mobili, ora si vendono progetti. All’interno della progettazione riveste un ruolo di prim’ordine la figura dell’home-shopper, che Officina della casa propone a tutti i clienti e che per noi è un servizio di eccellenza e qualità.

Quali ritieni siano i vostri punti di forza? Cosa apprezzano maggiormente i vostri clienti?

I nostri punti di forza sono la progettazione e il lavoro di rendering che facciamo per mostrare il risultato prima dell’installazione. Anche la cura del  dettaglio, la qualità delle scelte e la ricerca dei nuovi stili e mood che andiamo poi a proporre ai clienti contribuiscono ad accrescere la soddisfazione di chi si rivolge a noi per l’arredo di case e spazi di lavoro. Un altro punto di forza è indubbiamente la nostra voglia di continuare ad aggiornarsi secondo la tendenza del momento, per evitare di rimanere statici su un unica soluzione. La visita di fiere, anche estere, ci permette di capire le evoluzioni del mercato e anticipare le richieste in showroom.

Cos’è per te e la tua azienda Milano Good Design? Quali sono i suoi elementi di innovazione?

Per noi Milano Good Design è una opportunità di farsi conoscere e aumentare il nostro bacino di utenza utilizzando dei canali non propriamente standard, per il nostro campo. L’utilizzo dei social e delle tecnologie digitali, per esempio, sono elementi all’avanguardia per il settore che utilizzeremo anche nei prossimi anni. Il fatto poi che Milano Good Design racchiuda molti brand di qualità tra cui noi, ci inorgoglisce.

Avete qualche iniziativa da segnalare per il 2019?

Il 2019 ci sta regalando e ci regalerà diverse sorprese. Il negozio diventerà un contenitore di eventi e brand. Eventi legati al mondo del design, come il design & food  di quest’anno, diventeranno sempre più frequenti.

Puoi raccontarci qualche casa privata arredata da voi che ti è rimasta particolarmente impressa?

Un cliente diverso tempo fa ci ha commissionato un progetto con alcuni requisiti “fondamentali”: una vasca in centro stanza, un letto rotondo ed una camera con al suo interno una parete completamente di legno. Abbiamo cercato di accontentarlo dando il nostro stile alle richieste ricevute.

Ora parliamo un po’ di te: raccontaci come è la tua casa. Come l’hai arredata, in che stile, con che mobili…

L’ospitalità è il concetto chiave con cui ho arredato la mia casa, che si sviluppa intorno ad un camino centrale, dove ho inserito una zona di conversazione ed un grande divano per accogliere gli ospiti che spesso transitano da casa mia. Lo stile è moderno e abbiamo usato pietre e metalli come materiali prevalenti.

E per finire, qual è per te l’elemento d’arredo che non può mai mancare in una casa?

Un opera d’arte; definisce il cliente e il carattere della casa.

SCOPRI OFFICINA DELLA CASA 1946

Officina della Casa 1946 è in Via Circonvallazione 8
20872 Cornate d’Adda (MB)
Telefono: 039 692170
www.officinadellacasa1946.it
Guarda la scheda di Officina della Casa 1946 sul sito Milano Good Design

You Might Also Like