Feb 26, 2019

Un nuovo museo del design

A Milano nasce l’ADI Design Museum Compasso d’Oro, un nuovo museo dedicato al design

È di poche settimane fa l’annuncio della realizzazione a Milano di un nuovo museo dedicato al design, una notizia incredibile per tutti gli appassionati del settore, che avranno finalmente l’occasione di ammirare tutti gli oggetti più iconici creati da artisti italiani ed internazionali.

Con oltre 3.000 metri quadrati di spazio dedicati alle aree espositive e più di 2.000 pezzi esposti, l’ADI Design Museum Compasso d’Oro esporrà tutti gli straordinari oggetti che sono stati insigniti del prestigioso premio a partire dal 1954, anno in cui Gio Ponti ebbe la straordinaria idea di mettere in evidenza il valore e la qualità dei prodotti del design italiano, allora ai suoi albori.

Il museo, la cui apertura è stata annunciata per il 2020, avrà sede presso l’ex area industriale tra via Ceresio e via Bramante, una delle tante zone della città che è stata recentemente riqualificata, rinnovata e riprogettata. Con l’arrivo dell’ADI Design Museum Compasso d’Oro il quartiere è destinato a diventare il nuovo polo del design e dell’architettura contemporanea milanese, un luogo di incontro aperto al dialogo e a visioni diverse del mondo.

Il progetto del nuovo museo è nato dalla collaborazione tra Regione Lombardia, amministrazione comunale e Fondazione ADI, ente creato per tutelare e divulgare la cultura del design e promuoverne la sua eredità storica e le sue prospettive future, sempre con lo sguardo rivolto verso un design sostenibile, rispettoso dell’etica della qualità nei confronti degli individui, la società civile e l’ambiente.

Alla presentazione di quello che è destinato a diventare il più grande museo del design d’Europa hanno partecipato il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, l’assessore al Turismo, Marketing Territoriale e Moda, Lara Magoni, e i rappresentanti della Fondazione ADI.

“ADI e la Fondazione hanno scelto di uscire dai confini disciplinari del design per aprirsi alla realtà di oggi in tutte le sue manifestazioni” dice il presidente ADI Luciano Galimberti. “Quella che è stata per un sessantennio un preziosa collezione di design oggi diventa un centro culturale che si candida a un ruolo attivo nella vasta rete dei musei nazionali.”

A proposito del progetto ha parlato anche Alberto Bonisoli, ministro dei Beni Culturali, secondo cui questa iniziativa per la cui  realizzazione il Governo investirà 10 milioni di euro “ è un segnale importante della volontà di questo esecutivo di rendere possibile un progetto fondamentale non solo per il design, ma per l’intera cultura italiana”. Il ministro ha aggiunto: “Abbiamo ambizioni molto alte perché vogliamo che l’Italia, forte di una solida tradizione nel campo del design, diventi una delle principali realtà più importanti al mondo nel settore. Non solo. Il design è una parte fondamentale del nostro patrimonio culturale, della città di Milano in particolare. Proprio per questo, l’attività di tutela e valorizzazione dello stesso sarà una costante della mia attività da Ministro”.

Per ora, le informazioni che si hanno a riguardo del nuovo progetto limitate; tra queste spiccano i nomi dei curatori dell’allestimento, che saranno Italo Lupi e Migliore + Servetto Architects. Inoltre, si sa che il museo si basa sull’idea di uno “spazio espositivo narrante”, un luogo coinvolgente ed emozionante in cui sia il grande pubblico sia coloro che vogliono approfondire la propria conoscenza del settore saranno i benvenuti.

Per maggiori informazioni visitate il sito della Fondazione ADI.

You Might Also Like